Le Evidenze Neuroscientifiche su Ansia, Depressione e Psicosi
DATA: 26 Agosto 2019
  • CURIOSITÀ

•I recenti progressi della Neuropsicobiologia hanno permesso di disegnare la mappa dei circuiti implicati nella risposta agli eventi stressanti, con i relativi neurotrasmettitori, ormoni e neuropeptidi
 
•Gli studi di Neuroimmaging ( RMN, PET ad alta risoluzione) hanno dimostrato le sicure relazioni tra Trauma psichico e malattie come la Depressione, i Disturbi di Ansia, i Disturbi del Comportamento alimentare, i Disturbi Dissociativi e il Disturbo post Traumatico da Stress (quest’ultimo riconosciuto nel DSM III  già fin dal 1980).
•Noi nasciamo con un equipaggiamento fisiologico e psicobiologico che deve essere esposto alla cultura umana per realizzare pienamente il suo potenziale. Le esperienze della vita sono determinanti per la differenziazione del tessuto cerebrale.(Allan Howard Gardner, 1996)
• In quanto esseri umani, siamo predisposti per sviluppare funzioni complesse come il linguaggio, ma la lingua che acquisiamo dipende dall’ambiente in cui cresciamo.
• I geni contribuiscono potenzialmente alla formazione di nuove connessioni sinaptiche. Che il rischio genetico si manifesti o no, dipende dalla qualità dell’ambiente familiare o sociale in cui cresce il bambino( Fonagy 2003).
•Numerosi studi ( Van Ijzendoorn, Goldberg, Kroonenberg e Frenkel, 1992, Siegel, 2004) confermano che il ruolo svolto dai genitori nello sviluppo dell’attaccamento in età precoce, esercita una influenza nettamente maggiore rispetto alle caratteristiche temperamentali del bambino.