Aspetti Neuropsicobiologici dell Parafilie
DATA: 26 Agosto 2019
  • CURIOSITÀ

I disturbi ipersessuali sono disregolazioni o disinibizioni dell’eccitazione del desiderio sessuale umano,  una anormale regolazione del desiderio sessuale (Kafka, 2004,Avenia, Pistuddi, 2007), lo status di una condizione clinica di compromissione della volontà (Pasini,2002).

  • È la compulsività del desiderio e la incapacità di gestirlo, , sia nella soddisfazione immediata, sia nella sollecitazione di una codipendenza che può coattivare altri comportamenti compulsivi e trasformarsi in violenza.E’ possibile che siano le dipendenze da alcol, droghe o interazioni su internet, ad attivare l’appetito sessuale in forme anomale ed ingovernabili
  • Il desiderio sessuale può essere il primum movens della dipendenza, nelle sue gradazioni e disregolazioni, cosi come il punto di arrivo.
  • Le malformazioni genitali, sia reali sia vissute, alterano lo schema corporeo e spesso inducono verso dipendenze in funzione di negazione, oblio, riequilibrio (Avenia, 2009, 2011)

NON ESISTE UNA DELIMITAZIONE PRECISA TRA COMPORTAMENTO SESSUALE NORMALE E PATOLOGICO
(nelle perversioni si evita la relazione di intimità psicologica emozionale)

Le Parafilie sono un insieme di pensieri e comportamenti caratterizzati da un atteggiamento ossessivo-compulsivo verso  situazioni non direttamente connessi alle finalità riproduttive tipiche del sesso tradizionale. In mancanza dell'elemento ossessivo-compulsivo, simili pratiche sessuali possono essere considerate soltanto inusuali.

Il termine sinonimo è di perversioni sessuali o deviazioni sessuali. Alcune delle deviazioni, come l'esibizionismo, la pedofilia o il sadismo, sono perseguite dalla legge, poiché comportano, o possono comportare, la sopraffazione della volontà dell'altro, fino al coinvolgimento di persone non consenzienti.